“Provo orrore per chi vende il proprio corpo”, dicono

 

Io, si sa, sono politicamente scorretto e assolutamente schierato, però un post del genere non l’avevo minimamente pensato. Il mitico blogger di teledicoio ha confezionato un post assolutamente da non perdere, che si può sintetizzare nell’immagine qui sopra (con annessa didascalia), ovviamente di sua creazione. Un grande!

Per chi non lo sapesse, ad essere ritratto è (il corpo di) Mara Carfagna, ministro della Pari Opportunità, promotrice del DDL contro la prostituzione.

Riguardo il filtro applicato a TPB

La Mussolini una volta dissemeglio fascisti che froci“: bene, avrei qualcosa da ridire dopo aver letto ciò che sta succedendo in queste ore, totalmente bypassato dalle agenzie di news. Nella sostanza, un sito famoso come “The pirate bay”, terra di coloro che scaricano torrent, è stato nientepopomedemenoche censurato sul suolo italiano, in barba alle leggi europee, tramite un maldestro lavoro fatto sui DNS (maldestro perché con OpenDNS è bypassabile e, anzi, spesso basta un cambio di ip).

Il gruppo dietro quel sito (che, ripeto, resta comunque a contenuto illecito – a mio avviso) non ha avuto remore nel definirci “Fascist state” (la cui traduzione credo sia estremamente semplice, qui il post… ops, per voi filtrati è qui il post), e l’hanno spiegata secondo la teoria che in epoca fascista non ci fosse libertà di parola. Bella scoperta.

Ne parlo non per entrare nel dettaglio della vicenda, ma per un commento apparso su quelle pagine che mi ha fatto sorridere e che diceva “free tibet and italy!“. Vabbè, una goliardia, che lascia però l’amaro in bocca.

Io voto PD

Io il mio voto lo do al PD.

Ci potrebbero essere tutta una serie di cose a favore sua o contro l’avversario che potrei dire, ma non è questo il tempo (devo aver fatto più campagna elettorale io che un politico!).

Non ho apprezzato l’ultima sparata sul bollo del Fan di Mangano, perché mi ha dato la sensazione del “rilancio al più alto per convincere i facilotti” (non che dire “facciamo il test di sanità mentale ai PM” o dire proprio che “Mangano è un eroe” fosse meglio). A mio avviso i problemi non sono su chi abbia fatto il colpo di teatro maggiore, ma su chi mi abbia dato la sensazione di aderire più alle mie idee, tenendo a mente che qualsiasi tipo di estremismo/radicalismo avrebbe sì potuto ottenere un discreto successo, ma mai la maggioranza del paese (parlo un po’ in stile “voto utile”).

Quindi ora mi vesto e vado a mettere la crocetta sul PD. Poi vediamo.

Ah, e chi non voterà (e quindi non eserciterà il diritto di dire la propria) poi non si dovrà lamentare, a prescindere dallo schieramento a cui appartiene, perché “ha lasciato scegliere ad altri“.